giovedì 16 marzo 2017

COMPLETAMENTO CHIESA PARROCCHIALE DI PIARIO

Buongiorno
dopo un anno di lavori, progetti, restauri si è finalmente completato il lavoro della Chiesa Parrocchiale di Piario dedicata al culto di Sant'Antonio Abate sorta nel Quattrocento e ricca di opere d' arte. L' ultimo restauro risale al 1975 nel quale hanno riportato alla luce importanti affreschi risalenti al XV secolo che raffigurano una natività di Giacomo Borlone (autore della danza macabra di Clusone) e la tela del suffragio di Domenico Crpinoni.




Un anno fa avevamo iniziato illuminando solo la zona celebrativa dell' altare maggiore anch'esso opera d' arte di Giuseppe Piccini da Nona del 1690-1710 e della volta sopra l'
altare .
Sono iniziati poi i lavori di restauro di tutta la chiesa che aveva bisogno di un importante intervento di restauro poiché negli anni la situazione si era un po' aggravata.


Un anno fa quindi sotto l'attento sguardo dello studio d' architettura Architecno capitanato dall' Architetto Guido Roche si sono svolti tutti i lavori di restauro e valorizzazione riportando alla luce i colori originali e brillanti che danno più luce...ma poi per la luce e la valorizzazione finale ci abbiamo pensato noi e con prove, studi e progetti in collaborazione sempre con l'aiuto dell' Arch. Roche abbiamo trovato le soluzioni più idonee e corrette da inserire.
I corpi illuminanti inseriti sono ovviamente tutti a led quindi con un bassissimo consumo ma un incredibile resa luminosa .
I fari sono stati studiati in funzione delle opere da valorizzare e quindi utilizzando diversi fasci luminosi per illuminare in modo corretto.
L' esempio più palese sono le immagini che di seguito riportano l' illuminazione delle tele due delle quali inserite in ancone lignee dorate di epoca secentesca raffiguranti una la Natività di Giacomo Borlone mentre l' altra il Suffragio di Domenico Carpinoni mentre due inserite in cornici di stucco e raffiguranti una San Luigi Gonzaga in atteggiamento estatico di preghiera e contemplazione mentre l altra una raffinata e delicatissima deposizione di Cristo dalla croce accolto dalla Vergine Maria e  dalla Maddalena  .




Queste fotografie raffigurano un' altra parte molto caratteristica della Chiesa e si tratta dell' altare della Beata Vergine del Rosario sotto il quale si trova la statua lignea della Dormitio Virginis ( uno dei rarissimi esempi presenti nella nostra bergamasca) realizzata da Grazioso Fantono il Giovane nel 1774. Nelle foto si vedono i particolari della cappella della Madonna con in primo piano illuminate le parti principali quali le teche contenenti la Beata Vergine , i pennacchi sferici dove solitamente trovano posto i 4 evangelisti e la cupola che dall' alto domina ed avvolge la cappella come in un abbraccio.

Ho voluto dedicare una parte anche all' organo che come si vede in questa foto ha ripreso vita, forma e colori e l abbiamo valorizzato illuminando la parte della cassa lignea che lo avvolge.
Realizzato nel 1796 da Francesco Bossi subì alcune trasformazioni nel corso del 900 quando venne restaurato e riportato all' impianto fonico originale composto da pedaliera , tastiera e dotato di 21 registri per 850 canne.

Ulteriore ma non meno importante sono questi due affreschi quattrocenteschi recuperati e restaurati nel 1975 anch'essi illuminati con dei fari che li illuminano e li valorizzano mostrando tutti i particolari ed i colori utilizzati.


grazie per la vostra attenzione

al prossimo post che vi anticipo sarà dedicato a novità nel mondo incantato dell' illuminazione.

a presto

Ste





Nessun commento:

Posta un commento