venerdì 10 novembre 2017

LA FIDUCIA

Buonasera
voglio iniziare col ringraziare tutti voi che in meno di due anni mi avete seguito e letto i miei post dedicati al mio lavoro e mia passione arrivando a superare le 10K visualizzazioni che per me sono un infinità alla quale non pensavo di arrivare.
E? un po che non vi scrivo per svariati motivi ma dopo qualche giorno ho trovato una motivazione per scrivere un articolo, un post dedicato si al mio lavoro ma soprattutto a una cosa fondamentale in ogni circostanza ..
                                     
               .... LA FIDUCIA..........

Sulla Treccani viene definita come atteggiamento verso altri o verso sè stessi , che risulta da una valutazione positiva di fatti ,circostanze ,relazioni , per cui ci si confida nelle altrui o proprie possibilità , e che generalmente produce un sentimento di sicurezza e tranquillità.
In parole povere e semplici come vi ho sempre scritto è una sensazione stupenda dove una persona crede semplicemente in te , nella tua personalità , nella tua professionalità, nelle tue idee, nelle tue intuizioni , insomma crede in te .
Questa è la sensazione più bella che ho dai miei clienti , la fiducia , la piena fiducia e soprattutto la soddisfazione di sentirli quando una volta ultimato il lavoro mi ringraziano di tutto anche se il risultato finale non è solo merito mio ma anche loro in quanto si sono fidati di me e il dare fiducia non può che incentivare, caricare e spingere una persona a fare sempre meglio .
Sono convinto che alla base di tutte le situazioni da quelle lavorative a quelle personali fino a quelle collettive serve la fiducia senza di quella non si va da nessuna parte .
Al giorno d oggi con la società che ci troviamo non è cosi facile fidarsi e dare fiducia ad altri ma è la cosa più bella che si possa ricevere .
Le mie soddisfazioni più grandi sono e vengono grazie alla fiducia che appunto clienti e persone vicine hanno in me .




Queste nelle foto sono alcune mie ultime realizzazioni in cui il cliente si è fidato ed alla fine la soddisfazione è stata quella di sentirmi dire che erano contenti delle scelte fatte .
Fidarsi regala emozioni e se riesci a trasmettere la passione e le emozioni allora puoi conquistare la fiducia .

 Quindi anche se la società ci porta nel senso opposto impariamo a fidarci delle persone con passione ed emozioni si può cambiare il mondo......
al prossimo post
buon week end
ste



martedì 5 settembre 2017

illuminare un bagno

Buongiorno
rientrati dalle vacanze? come sono andate?
tornando a noi dopo queste lunghe vacanze oggi voglio parlarvi di una situazione che potrebbe sembrare banale ma quando si parla di illuminare, arredare e emozionare non è mai mai banale.

                                            Illuminare il bagno

ambiente che potrebbe sembrare il più facile e scontato invece è tutt'altro.....
Solitamente nei bagni i punti luce sono piuttosto standard quindi uno sopra lo specchio e un secondo a parete oppure a soffitto.






Negli ultimi periodi siamo più  attenti anche a questo ambiente inserendo elementi d' arredo e soprattutto fantasticando un po sulle luci cosi da personalizzare anche qui il nostro ambiente .




Come lampade da bagno si può optare per le classiche lampade a plafone di qualsiasi genere (magari che segua la linea del bagno dell ambiente e dell arredo) per l' illuminazione diffusa generale mentre sullo specchio solitamente si va ad inserire una lampada che vada ad illuminare il viso della persona che si va a specchiare e non viceversa come si crede nell' illuminare lo specchio .

Con l avvento del led ormai anche in questo ambiente vengono inserite le strisce a led a luce diretta, indiretta  fino alla retroilluminazione dello specchio anche se con quest' ultima non si ha l effettiva luce in quanto il viso non viene illuminato sufficientemente per potersi specchiare e vedere.




La lampada da sopra specchio può essere una qualsiasi lampada possibilmente orientabile o appunto a luce frontale cosi da illuminare il viso in modo diretto per specchiarsi nel migliore dei modi pur magari abbagliando un po.
Anche qui negli ultimi anni ci sono state diverse e notevoli modifiche dall' inserimento di faretti a strisce a led fino alla retroilluminazione dello specchio stesso creando cosi un effetto luminoso per il quale lo specchio sembra sospeso nel vuoto oppure creando composizioni scenografiche e d' arredo che possono essere personalizzate e studiate in funzione dell' effetto , della luce e dell' atmosfera che si vuole creare.



Qui vedete semplicemente qualche foto di realizzazioni fatte da me e dove basta e serve poco per lasciarsi emozionare da dei semplici giochi con elementi leggeri ma d' arredo.




Anche nel bagno bisogna giocare , fantasticare , arredare ma soprattutto creare un qualcosa che possa essere personalizzato a vostro piacere purchè emozioni.....



Non mi resta che salutarvi e promettervi che ci sarà un altro post molto presto riguardante un lavoro che sto ultimando ....



non smettete di emozionarvi mai 

a prestissimo 
Ste



mercoledì 5 luglio 2017

COLOR RENDERING INDEX

Buongiorno
oggi parliamo di come illuminare i differenti prodotti che clienti devono vendere nei loro negozi;ma soprattutto noi/voi consumatori andiamo ad acquistare.
Mi trovo a contatto giornalmente

con professionisti che devono illuminare spazi commerciali dove al loro interno devono valorizzare al meglio la merce in esposizione.
Ma l’illuminazione che viene proposta in un negozio di abbigliamento non può essere la stessa che proponiamo in una pescheria o in un negozio di gioielli,  è caratterizzata  infatti da particolarità differenti che tendono a far risaltare al meglio  le principali caratteristiche del prodotto che si va ad esporre . 
Grazie alla tecnologia led  siamo in grado di scegliere la resa cromatica adatta per ogni tipologia di merce che deve essere evidenziata agli occhi dei clienti.
 Ma andiamo per gradi e vediamo brevemente cosa è questo particolare...
L' INDICE DI RESA CROMATICA
( IRC o RA ) o  Color Rendering Index ( CRI ) misura quanto naturali appaiono i colori dei prodotti illuminati da una determinata sorgente luminosa; è infatti questo indice che, più si avvicina al 100 più darà una corrispondenza reale dei prodotti che andiamo ad illuminare. 




Facciamo qualche esempio per capirci meglio:
Le lampadine classiche a filamento o le lampadine alogene presentano un indice di resa cromatica pari a 100%
Le lampadine fluorescenti o semplici neon hanno una resa cromatica 80/90%
Le lampadine al sodio ( quelle con luce arancione, per capirci) hanno una resa cromatica inferiore al 10% 








Non è quindi la temperatura colore che si sceglie ( 3000K-4000K-5000K) a determinare se il colore di un  oggetto risalterà al meglio, ma l’indice di resa cromatica. 
Importante specificare questo passo perchè ancora oggi è una credenza molto diffusa. 

Oggi con la tecnologia led abbiamo la grande opportunità di poter scegliere la giusta applicazione dando maggiore sensibilità al “colore” su cui è destinato il fascio di luce; la combinazione infatti di resa cromatica alta e temperatura colore ci porta ad avere dei risultati spettacolari e ottimali per qualsiasi oggetto.
Con i LED quindi, aiutati da un professionista del settore, possiamo individuare la luce più giusta per l’applicazione che dobbiamo effettuare.

Grazie alla possibilità di assemblare i led, possiamo creare corpi illuminanti su misura per ogni tipologia di applicazione,  dando ai nostri clienti la serenità di vedere i loro prodotti valorizzati al meglio. 
Oggi è importantissimo per ogni professionista capire la differenza che può fare la luce se scelta nella maniera corretta affidandosi ad un professionista.
Questa tecnologia led può essere applicata su strip led,  e su tutti i corpi illuminanti professionali.

L ultimo caso è stato un alimentare che nella vetrina formaggi aveva una qualsiasi luce senza grossi risultati mentre affidatosi a professionisti gli è stata consigliata la luce corretta e dopo qualche tempo è passato per ringraziare in quanto gia la sola visibilità ha portato risultati eccellenti.
L ideale è comunque appoggiarsi ad un professionista che sia in grado di aiutarvi nella scelta dei prodotti e soprattutto delle specifiche corrette.












Quale di queste fragole acquistereste?il prodotto è sempre quello ma con l' illuminazione corretta tutto cambia.
In ultimo voglio di nuovo ringraziarvi per le visite in quanto sono partito quasi per gioco e in un anno e mezzo mi avete visitato in tantissimi.
Se avete dubbi domande o questioni non esitate a scrivermi
al prossimo post
grazie
Ste

sabato 8 aprile 2017

I Saloni Di Milano Euroluce 2017

Buongiorno a tutti

si sta concludendo questa settimana dedicata al salone del mobile di Milano ma soprattutto ad
Apro e chiudo parentesi criticando la gestione della fiera di Milano ( spazio aperto al mondo dove conferiscono migliaia e migliaia di persone da tutto il mondo ) in primis per il costo del biglietto d' ingresso ( costa meno il MoMA di New York anche per un addetto ai lavori ) senza dare poi dei servizi all' altezza e in secondo luogo visto la visibilità mondiale mi aspettavo qualche controllo in più.

Chiusa la parentesi che comunque reputo piuttosto importante veniamo al dunque....
cosa ci lascia questa settimana?



Be in primis spiccano le installazioni e gli eventi fuori Salone che hanno reso Milano la città più di design, più viva , più colorata e più emozionante.
Dentro o fuori il salone comunque il mood dominante è stato Emozionare , regalare emozioni che a mio parere sono stati più forti all esterno.
Ovviamente io parlo soprattutto della mia parte di fiera e cioè quella di Euroluce dove in pochi casi sono stato attirato all' interno degli stand per vedere nel dettaglio le lampade esposte.

I marchi principali come FLOS , FONTANA ARTE, ARTEMIDE, non deludono mai o quasi.






Stand al top reputo sempre Flos dove con un percorso regolare , ordinato e dedicato ai designer ha saputo coinvolgere , emozionare e mettere in mostra non troppi articoli ma distribuiti elegantemente e bene nell' ambiente.




























Altri stand interessanti come Studio Italia Design con i nuovi prodotti esposti elegantemente e un accoglienza amichevole da casa creava un ambiente molto piacevole ,
Presentando numerose novità come Nautilus e Sugegasa che spiccano come elementi eleganti, di design e vendibili per un giusto rapporto qualità prezzo.





















Altro stand interessante Vetreria Vistosi dove ha saputo abbinare i classici come Ganci Giogali , che compiono 50 anni da quando Mangiarotti ebbe la brillante idea di creare questi semplici ganci in vetro con i quali si può creare qualsiasi lampada di svariate dimensioni, fino alle collezioni nuove sempre con lavorazioni del vetro e con elementi da collezione come Peggy futura che vedete nella foto sotto l elemento più grande con 9luci.




Altra azienda di spicco Vibia , ditta spagnola che si caratterizza per i dettagli , il design e le linee nuove inserendo del verde, del legno  all interno della casa.
















Potrei aggiungere altre aziende dove con dei prodotti semplici , ricercati ed eleganti hanno raccolto la mia attenzione ma dovrei scrivere un pezzo per ogni articolo che ho visto e sarebbe lunga....





La cosa che spicca principalmente all' interno degli stand è la possibilità di personalizzare, di studiare , di creare la scenografia che più si vuole in funzione della luce, degli spazi dell' effetto che si vuol creare .
Ho trovato tante aziende dove con un articolo semplice si può creare un lampadario studiato per ognuno di voi, ognuno può creare il suo lampadario, il suo effetto , le sue emozioni perchè soprattutto in questi casi personalizzabili l' emozione che crea in ognuno di noi è personale.
Non mi stancherò mai di dirvelo ma lasciatevi emozionare perchè una vita senza emozioni è una vita piatta , una vita spenta .


Colgo l occasione per augurare a tutti voi una serena Santa Pasqua colma di emozioni e affetti.
a presto
Ste

giovedì 16 marzo 2017

COMPLETAMENTO CHIESA PARROCCHIALE DI PIARIO

Buongiorno
dopo un anno di lavori, progetti, restauri si è finalmente completato il lavoro della Chiesa Parrocchiale di Piario dedicata al culto di Sant'Antonio Abate sorta nel Quattrocento e ricca di opere d' arte. L' ultimo restauro risale al 1975 nel quale hanno riportato alla luce importanti affreschi risalenti al XV secolo che raffigurano una natività di Giacomo Borlone (autore della danza macabra di Clusone) e la tela del suffragio di Domenico Crpinoni.




Un anno fa avevamo iniziato illuminando solo la zona celebrativa dell' altare maggiore anch'esso opera d' arte di Giuseppe Piccini da Nona del 1690-1710 e della volta sopra l'
altare .
Sono iniziati poi i lavori di restauro di tutta la chiesa che aveva bisogno di un importante intervento di restauro poiché negli anni la situazione si era un po' aggravata.


Un anno fa quindi sotto l'attento sguardo dello studio d' architettura Architecno capitanato dall' Architetto Guido Roche si sono svolti tutti i lavori di restauro e valorizzazione riportando alla luce i colori originali e brillanti che danno più luce...ma poi per la luce e la valorizzazione finale ci abbiamo pensato noi e con prove, studi e progetti in collaborazione sempre con l'aiuto dell' Arch. Roche abbiamo trovato le soluzioni più idonee e corrette da inserire.
I corpi illuminanti inseriti sono ovviamente tutti a led quindi con un bassissimo consumo ma un incredibile resa luminosa .
I fari sono stati studiati in funzione delle opere da valorizzare e quindi utilizzando diversi fasci luminosi per illuminare in modo corretto.
L' esempio più palese sono le immagini che di seguito riportano l' illuminazione delle tele due delle quali inserite in ancone lignee dorate di epoca secentesca raffiguranti una la Natività di Giacomo Borlone mentre l' altra il Suffragio di Domenico Carpinoni mentre due inserite in cornici di stucco e raffiguranti una San Luigi Gonzaga in atteggiamento estatico di preghiera e contemplazione mentre l altra una raffinata e delicatissima deposizione di Cristo dalla croce accolto dalla Vergine Maria e  dalla Maddalena  .




Queste fotografie raffigurano un' altra parte molto caratteristica della Chiesa e si tratta dell' altare della Beata Vergine del Rosario sotto il quale si trova la statua lignea della Dormitio Virginis ( uno dei rarissimi esempi presenti nella nostra bergamasca) realizzata da Grazioso Fantono il Giovane nel 1774. Nelle foto si vedono i particolari della cappella della Madonna con in primo piano illuminate le parti principali quali le teche contenenti la Beata Vergine , i pennacchi sferici dove solitamente trovano posto i 4 evangelisti e la cupola che dall' alto domina ed avvolge la cappella come in un abbraccio.

Ho voluto dedicare una parte anche all' organo che come si vede in questa foto ha ripreso vita, forma e colori e l abbiamo valorizzato illuminando la parte della cassa lignea che lo avvolge.
Realizzato nel 1796 da Francesco Bossi subì alcune trasformazioni nel corso del 900 quando venne restaurato e riportato all' impianto fonico originale composto da pedaliera , tastiera e dotato di 21 registri per 850 canne.

Ulteriore ma non meno importante sono questi due affreschi quattrocenteschi recuperati e restaurati nel 1975 anch'essi illuminati con dei fari che li illuminano e li valorizzano mostrando tutti i particolari ed i colori utilizzati.


grazie per la vostra attenzione

al prossimo post che vi anticipo sarà dedicato a novità nel mondo incantato dell' illuminazione.

a presto

Ste





giovedì 12 gennaio 2017

UN ANNO INSIEME

Buonasera
oggi è una data importante  per me e questo mio blog; lo è in quanto proprio un anno fa nasceva         .....................Emozioni di luce..................
Un blog dedicato al mondo dell' illuminazione di design, di emozioni che può dare un progetto, un'idea, una lampada.
In tanti mi avete seguito in questo anno insieme e sperando di avervi regalato dei bei momenti e dato qualche idea per emozionarvi illuminandovi voglio dirvi una cosa semplicissima
                                             
 GRAZIE !

Grazie per questo anno passato insieme e per ringraziarvi oggi vi regalo qualche foto di un lavoro all'apparenza semplice ma che in realtà semplice non è stato.


Un lavoro che prima abbiamo studiato, pensato e modificato poi siamo arrivati alla conclusione del lavoro con la posa in opera e sinceramente questa fase è stata quella che mi è piaciuta maggiormente.
Sì, sono andato anche io ad installare insieme all'elettricista di fiducia dei clienti che si sono fidati di me, della mia passione e delle mie idee per dare alla casa un tocco in più che le mancava.
Tutto è iniziato pensando alla lampada sopra tavolo e, una volta trovata la soluzione che potesse accontentare tutte le variabili possibili, abbiamo strutturato di conseguenza tutto il resto dando una linea omogenea, la luce corretta e le emozioni in qualsiasi ambiente della casa ....persino sulla scala!!!!!!!
 Nella prima foto trovate quello che era l ambiente iniziale sul quale lavorare.....










 Questi sono gli elementi selezionati per arredare l ambiente, lo spazio , emozionare e allo stesso tempo illuminare l' ambiente tavolo in modo corretto, omogeneo e elegante.

Kelly cluster di Studio Italia Design nella colorazione bronzo
 disegnata da Andrea Tosetto nel 2014



















E questo invece è l'effetto voluto, cercato e creato installando la composizione quasi casualmente ma non casualmente bensi studiato bene e sviluppato in funzione del soffitto inclinato facendo cadere le lampade ad altezze diverse arredando lo spazio e colmando un vuoto che solo una lampada emozionale può creare.







Qui di seguito l'ambiente che inizialmente avete visto spoglio e vuoto ora lo vedete completo con illuminazione elegante , pulita , d' arredo e con un bell'effetto emozionante.....



....Dulcis in fundo .....

la lampada della scala che viene dalla Spagna si chiama Sparks ed è stata disegnata da Arik Levy



una composizione di aste leggere con delle strisce a led a luce indiretta che valorizza la parete e illumina tutto il vano scale e parte dell ambiente circostante.....
non nego qualche difficoltà iniziale nel capire come montarla e come posizionarla a parete ma poi tutto è stato abbastanza facile , divertente ma cosa più importante soddisfacente vedendo i clienti contenti del risultato finale .
Beh forse la cosa più bella e soddisfacente è proprio quella di vedere i clienti contenti del risultato finale.

Grazie ancora per la vostra attenzione e mi auguro continuerete a seguirmi aumentando sempre di più per potervi trasmettere le mie emozioni, le mie passioni attraverso i miei lavori

bye bye 
a presto
Ste



venerdì 30 dicembre 2016

CHIUSURA ANNO

Buongiorno
e anche quest' anno si sta per concludere e quindi si tirano le somme di quanto fatto e gli obbiettivi per il prossimo 2017.
Ma partiamo da un analisi attenta di questo 2016.....
In questo 2016 la prima cosa nitida che ricordo è stata la creazione di questo blog dove posso mettere per iscritto sensazioni, stati d' animo , emozioni e soprattutto illuminarvi.....relativamente ma pur sempre parlandovi di quello che tutti definiscono semplicemente lavoro e io invece preferisco definirlo Passione richiamando un mio post specifico in merito.
Ricordo poi lavori fatti come la chiesa di Valtorta ed altri lavori di clienti che semplicemente con uno sguardo compiaciuto ed emozionato mi hanno dimostrato che quello che ho fatto o stavo facendo era proprio quello che si aspettavano.


Ricordo l'evento nella mia amata città Bergamo ( città alta ) dove una sera hanno spento tutte le luci illuminando tutto il borgo storico con candele creando scenografie ed effetti che riportano a quella che era l'arte dell'illuminare agli inizi......perchè un lume di una candela nel buio è già un emozione, un effetto unico che vince l oscurità.

Proprio in questi ultimi giorni sono stato da due clienti che mi hanno fatto capire che in quello che faccio trasmetto la passione che ho per quest' arte , per questo lavoro che emoziona ma sono proprio io che ringrazio tutti voi che affidandomi i vostri ambienti le vostre case e soprattutto la vostra fiducia. Esatto proprio la fiducia affidatami da tutti questi clienti che mi hanno permesso di creare, elaborare e regalare emozioni.

OBBIETTIVI
Ora arriva il tasto più delicato.... obbiettivi di questo nuovo anno che sta arrivando.......Principalmente alla base di tutto è stare bene , la salute sia fisica che psicologica , lavorativamente invece l'obbiettivo è un sogno di cui non posso anticipare ma legato direttamente a questo blog e quindi dedicato alla mia passione..... beh come aiuti direi che basta....più che un obbiettivo diventa una sfida , un punto d' arrivo impostato sulla passione sul lavoro e sul regalare emozioni a voi.

Ora vi saluto calorosamente augurandovi un buon inizio anno e un sereno e luminoso
2017
e ringraziandovi ancora di cuore per la fiducia per le visite che mi fate e per le emozioni che mi regalate emozionandovi.......
GRAZIE
Buona fine e Buon inizio
Ci sentiamo nel 2017
un abbraccio a tutti o quasi.....
Stefano